Riccardo Giagni


Riccardo_GiagniE’ nato a Roma nel 1956. Ha lavorato a lungo nel settore della discografia nazionale in qualità di produttore, arrangiatore e autore, collaborando alle produzioni discografiche di artisti come Matia Bazar, Miguel Bosé, Grazia Di Michele, Cristiano De André e diversi altri.

Ha curato festival e convegni internazionali legati alla musica e alle arti della visione, e collabora con musei e istituzioni nazionali e internazionali (Centre Georges Pompidou di Parigi, Museo d’Arte Contemporanea di Strasburgo, Sound Art Museum di Roma, Istituto Europeo di Design, Biennale di Venezia, École Supérieure Libre d’Études Cinématographiques di Parigi).

Dal 2010 al 2012 è stato membro dell’Osservatorio sulla Creatività della Provincia di Roma (Assessorato alle Politiche Culturali). Collabora inoltre con diverse case editrici e testate giornalistiche, e dal 2004 dirige per le Edizioni Argo una collana di volumi dedicati alla molteplicità delle relazioni fra immagine e suono in campo estetico (Ascoltare lo sguardo).
Dal 1998 al 2010 ha insegnato Storia della musica per il cinema presso la Facoltà di Beni Culturali dell’Università del Salento e dal 2002 anche al Dams attivato presso la medesima Università.

Nel 2011 è stato Professeur résident presso l’Université de Paris 8 (Vincennes / Saint-Denis). Tiene regolarmente corsi, seminari, master classes e stages presso università, conservatori e scuole d’eccellenza e di Alta Formazione in Italia e all’estero. Dal 2007 anima e conduce, assieme a Luca Bandirali, gli incontri su cinema e musica del Festival “Creuza de mä” di Carloforte.

Ha lavorato con numerosi registi, da Luciano Odorisio (Magic Moments) a Mimmo Calopresti (1943: La scelta), da Carlo Lizzani a Massimo Costa (Voglia di Rock), da Egidio Eronico (My Father, Festival di Berlino 2005) ai fratelli Taviani (consulenza musicale per La masseria delle allodole, Festival di Berlino 2007), da Brad Mirman (The Shadow Dancer, Festival di Taormina, 2005) a Sabina Guzzanti. Con la stessa Guzzanti ha collaborato per il programma televisivo R(a)iot (2003) e per gli spettacoli teatrali Reperto R(a)iot (2004) e Vilipendio (2008/2009), firmando in entrambi i casi le musiche originali.

Ha curato le colonne sonore di diversi progetti cinematografici e televisivi di Marco Bellocchio: Sogni infranti, La religione della Storia, L’ora di religione (in concorso a Cannes, 2002), Buongiorno, notte (in concorso a Venezia, 2003), Il regista di matrimoni (in concorso a Cannes, 2006).

Sue le musiche del fortunato film/documentario di Sabina Guzzanti Viva Zapatero! (2005, Evento Speciale alla Mostra del Cinema di Venezia, poi in concorso al Sundance Film Festival e altri), nonché dei successivi Le ragioni dell’aragosta (Giornate degli Autori, Mostra del Cinema di Venezia 2007) e Draquila – L’Italia che trema (Selezione Ufficiale, Festival di Cannes, 2010) composte in collaborazione con Maurizio Rizzuto. Sempre nel 2007 ha scritto le musiche del film-tv Scacco al re di Claudio Canepari, trasmesso da Raitre con grande successo di pubblico e di critica, e ha collaborato con Paolo Franchi alla colonna sonora del suo Nessuna qualità agli eroi, in concorso a Venezia 2007.
Ha composto le musiche del film La fabbrica dei tedeschi di Mimmo Calopresti (Evento Speciale alla Mostra del Cinema di Venezia 2008) e nel 2009 quelle del docufilm d’esordio di Simone Amendola (Quando combattono gli elefanti) e di Winter Flower di Alessandra Populin.

E’ del 2010 la collaborazione con Gianfranco Giagni per il film documentario Dante Ferretti: production designer, evento speciale alla Mostra del Cinema di Venezia 2010. Successivamente compone le musiche originali del film di Antonio Falduto The Italian Consul, in concorso al Taormina Film Fest 2011, quelle dei film documentari Pasta nera (in concorso alla Mostra di Venezia 2011) e 148 Stefano – Mostri dell’inerzia (Festival Internazionale del Film di Roma). Nel 2012 ha curato le musiche del documentario su Carlo Verdone Carlo!, di Fabio Ferzetti e Gianfranco Giagni, presentato al Festival Internazionale del Film di Roma.

Per le musiche de L’ora di religione ha ricevuto il Premio Internazionale Ennio Flaiano nel 2002. Per le musiche de Il regista di matrimoni ha ricevuto il Premio Speciale AITS per l’anno 2005-2006. Nel 2007 ha ricevuto il Premio alla carriera in progress del Festival del Cinema di Stintino.

 

Filmografia parziale:

 

Voglia di rock (1988), di Massimo Costa (musiche originali)

Sogni infranti (1995), di Marco Bellocchio (consulenza musicale)

La Religione della Storia (1998), di Marco Bellocchio (consulenza musicale)

Bimba – È clonata una stella (2002), di Sabina Guzzanti (consulenza musicale)

L’ora di religione (2002), di Marco Bellocchio (musiche originali e consulenza musicale) Festival di Cannes, in concorso

Buongiorno, notte (2003), di Marco Bellocchio (musiche originali e consulenza musicale) Mostra di Venezia, in concorso

My Father (2003), di Egidio Eronico (musiche originali) Festival di Berlino, evento speciale

The Shadow Dancer (2005), di Brad Mirman (consulenza musicale) Taormina Film Fest, in concorso

Viva Zapatero! (2005), di Sabina Guzzanti (musiche originali) Sundance Film Festival, in concorso

Road to L. – Il mistero di Lovecraft (2005), di Federico Greco (musiche originali)

Il regista di matrimoni (2006), di Marco Bellocchio (musiche originali e consulenza musicale) Festival di Cannes, in concorso

Scacco al Re (2007), di Claudio Canepari, Piergiorgio Di Cara, Salvo Palazzolo (musiche originali)

Le ragioni dell’aragosta (2007), di Sabina Guzzanti (musiche originali) Mostra di Venezia, evento speciale

La masseria delle allodole (2007), di Paolo e Vittorio Taviani (consulenza musicale) Festival di Berlino, Selezione ufficiale

Nessuna qualità agli eroi (2007), di Paolo Franchi (consulenza musicale) Mostra di Venezia, in concorso

La fabbrica dei tedeschi (2008), di Mimmo Calopresti (musiche originali) Mostra di Venezia, evento speciale

Quando combattono gli elefanti (2009), di Simone Amendola (musiche originali)

Nanga Parbat – La montagna nuda (2009), di Renato Chiocca (musiche originali)

Winter Flower – Fiore d’inverno (2009), di Alessandra Populin (musiche originali)

Draquila – L’Italia che trema (2010), di Sabina Guzzanti (musiche originali)

Festival di Cannes, Selezione ufficiale

Dante Ferretti: Production Designer (2010), di Gianfranco Giagni (mus. originali e consul. musicale) Mostra di Venezia, evento speciale

Boris – Il film (2011), di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo (consulenza musicale)

Il console italiano (2011), di Antonio Falduto (musiche originali) Taormina Film Fest, in concorso

Pasta nera (2011), di Alessandro Piva (musiche originali e consulenza musicale) Mostra di Venezia, in concorso

L’Escale (2011), di Serge Goriely (musiche originali) Religion Today Film Festival, evento speciale

148 Stefano – Mostri dell’inerzia (2011), di Maurizio Cartolano (musiche originali) Festival Internazionale del Film di Roma, evento speciale

Carlo! (2012), di Fabio Ferzetti e Gianfranco Giagni (consulenza musicale) Festival Internazionale del Film di Roma, evento speciale

Bolivia Beyond Borders (2013), di Ferdinando Vicentini Orgnani (musiche originali) (IN PREPARAZIONE)

Amate sponde (2013), di Egidio Eronico (musiche originali) (IN PREPARAZIONE)